Laboratorio LUCE

Laboratorio di Progettazione, illuminotecnica, fotometria e colorimetria. Politecnico di Milano - Dipartimento di Design

Ricerca

Tra progettazione e innovazione

- Studi percettologici e foto-colorimetrici per differenti condizioni di illuminazione
- Studi di nuovi apparecchi di illuminazione sia dal punto di vista estetico-formale sia tecnico-funzionale
- Consulenza al progetto luce per impianti di illuminazione in interni ed esterni (approccio metodologico, rilievi su campo, sviluppo concept, progetto di massima, progetto esecutivo)
- Consulenza per avvio di progetti di ricerca finanziati su bandi pubblici
- Implementazione del software

Rapporti con le aziende
Lo stretto rapporto di collaborazione fra il Laboratorio Luce e prestigiose aziende nazionali e internazionali, ha consentito di sviluppare rapporti professionali e di collaborazioni per ricerche ad alto contenuto innovativo. Di seguito elenchiamo alcuni dei principali progetti di ricerca sviluppati.


PRINCIPALI ATTIVITÀ DI RICERCA

Tra progettazione e innovazione

- Studi percettologici e foto-colorimetrici per differenti condizioni di illuminazione
- Studi di nuovi apparecchi di illuminazione sia dal punto di vista estetico-formale sia tecnico-funzionale
- Consulenza al progetto luce per impianti di illuminazione in interni ed esterni (approccio metodologico, rilievi su campo, sviluppo concept, progetto di massima, progetto esecutivo)
- Consulenza per avvio di progetti di ricerca finanziati su bandi pubblici
- Implementazione del software

Rapporti con le aziende
Lo stretto rapporto di collaborazione fra il Laboratorio Luce e Colore e prestigiose aziende nazionali e internazionali, ha consentito di sviluppare rapporti professionali e di collaborazioni per ricerche ad alto contenuto innovativo. Di seguito elenchiamo alcuni dei principali progetti di ricerca sviluppati

 


BOOK PRINCIPALI ATTIVITÀ DI RICERCA

 

Risparmio di energia nei settori: industria, servizi e civile - Lighting Design nell’industria, Accordo di Programma MSE-ENEA sulla Ricerca di Sistema Elettrico, 2013 – 2014
Politecnico di Milano - ENEA
Definizione di un sistema di illuminazione per applicazioni in ambito industriale che risponda a criteri di risparmio energetico, ridotta manutenzione, miglioramento del comfort visivo dei lavoratori, personalizzazione dell’atmosfera luminosa. In questo contesto di applicazione specifico, la tecnologia LED presenta notevoli vantaggi rispetto alle sorgenti di tipo tradizionale: consente di ridurre gli interventi di manutenzione (che determinano interruzioni durante l’attività lavorativa), consente una maggiore flessibilità di utilizzo (dimming per la regolazione dei livelli di illuminamento, diversa temperatura  di colore in funzione del compito visivo, modifiche rispetto alla distribuzione luminosa e al fascio, accensione istantanea degli apparecchi, interfaccia con sensori di luminosità e di presenza). La ricerca si è focalizzata sull’implementazione di un apparecchio di illuminazione a LED per luce localizzata (task light) che non solo offrisse la possibilità di personalizzare le performance luminose ma si concentrasse anche sulle nuove possibilità di controllo e gestione digitale attraverso un’interfaccia intuitiva e di facile utilizzo. A questo si aggiunga l’investigazione di nuove tecniche e metodi di prototipazione rapida per la costruzione di apparecchi di illuminazione customizzati per scopi di ricerca
.

New Light Vision: nuovo sistema di illuminazione per utenze domestiche deboli: anziani, soggetti con mobilità ridotta e ipovedenti - Progetto ATP della Regione Lombardia, 2012 – 2014.
Politecnico di Milano - Design Group Italia - D’Alesio&SantoroLight Contract
L’attività di ricerca e progettazione si focalizza su due trasformazioni epocali: l’evoluzione tecnologica dell’illuminazione a LED e delle tecnologie per la gestione ed il controllo della luce e il cambiamento sociale che vede avanzare il fenomeno dell’invecchiamento della popolazione. Le due tematiche aprono nuovi possibili scenari di ricerca nel settore dell’illuminazione e incoraggiano l’esplorazione di nuovi ambiti di applicazione dei sistemi luminosi per le utenze deboli, soprattutto focalizzandosi su anziani, disabili visivi, motori e cognitivi lievi. Lo scopo della ricerca è dunque quello di migliorare il comfort abitativo delle utenze deboli, attraverso la realizzazione di un sistema prodotto dedicato all’illuminazione sostenuto da dettagliate ricerche tecniche, scientifiche, etnografiche e di marketing.

 

 

Advance LED lighting design - Accordo di Programma MSE-ENEA sulla Ricerca di Sistema Elettrico, 2012-2013.
Politecnico di Milano - ENEA - Università degli studi di Milano - Università la Sapienza - Neri
Lo scopo di questa attività di ricerca è il risparmio di energia nell’illuminazione Pubblica in esterni e in interni attraverso lo sviluppo e l’analisi di prodotti innovativi a LED. La ricerca ruota intorno al progetto di un apparecchio di illuminazione per uffici a LED che, non solo sia in grado di raggiungere elevate efficienze, ma riesca anche a garantire, al contempo, un elevato grado di comfort all’utente sia in termini di resa cromatica, limitazione dell’abbagliamento sia rispetto ad aspetti fisiologici circadiani. A questa attività, inoltre, si affianca un attività di supporto alla realizzazione del prototipo di illuminazione stradale PLUS ME progettato in una precedente ricerca, al fine di valutarne l’efficienza attraverso misure sperimentali.

Advance LED lighting design nell’illuminazione pubblica - Accordo di Programma MSE-ENEA sulla Ricerca di Sistema Elettrico, 2011-2012.
Politecnico
- ENEA - Università degli studi di Milano - Università la Sapienza - Neri
L’oggetto di questa attività è una ricerca progettuale applicata al risparmio energetico nell'illuminazione pubblica conseguibile tramite l'utilizzo di sorgenti di luce LED e la possibile integrazione della illuminazione pubblica con altre reti di servizi. La ricerca prevede lo sviluppo di un progetto di un apparecchio di illuminazione dotato di sorgenti LED, che utilizzi i moduli realizzati nella precedente ricerca "Advance LED Lighting Design nell’Illuminazione Pubblica" del 2010-2011, e con nuove funzionalità di monitoraggio ambientale e delle performance luminose del prodotto stesso. La fase conclusiva della ricerca prevede lo sviluppo di un nuovo prodotto per l'illuminazione pubblica (strade categoria ME) con obiettivi di risparmio energetico.

Integrazione di Tecnologie SMART nel Lighting Design - Accordo di Programma MSE-ENEA sulla Ricerca di Sistema Elettrico, 2011.
Politecnico di Milano - ENEA
La ricerca si focalizza sull’integrazione di tecnologie SMART, ovvero sistemi sensoriali e ubiquitous computing, nell’illuminazione pubblica stradale al fine di immaginare e definire nuovi servizi associati ad una luce più intelligente (Smart Lighting) sia dal punto di vista della sostenibilità energetica sia da un punto di vista del comfort assicurato e percepito dal cittadino sia da un punto di vista estetico ed emozionale del contesto città.  L’analisi verrà effettuata attraverso un benchmarking di casi studio applicativi di Smart lighting, focalizzandosi sia sul servizio offerto sia sulle tecnologie già applicate o potenzialmente applicabili nel contesto città. L’obiettivo finale della ricerca è definire scenari di illuminazione urbana intelligente in grado di  fornire nuovi servizi di luce user-oriented e studiare la fattibilità di tali sistemi integrandoli in un lampione in modo da renderlo “intelligente” e funzionale per la città e la cittadinanza attraverso sistemi, semplici, gestibili ed economici.

Advance LED Lighting Design nell’Illuminazione Pubblica – Accordo di Programma MSE-ENEA sulla Ricerca di Sistema Elettrico, 2011
Politecnico di Milano - ENEA - Università di Milano - Università la Sapienza
L’attività di ricerca sperimentale viene effettuata a partire test svolti presso il Laboratorio Luce sia su sorgenti LED di ultima generazione che su prodotti di illuminazione a LED al fine di sviluppare una metodologia per la valutazione dell’affidabilità delle sorgenti e degli apparecchi a LED. I test sono inoltre funzionali a definire una possibile qualificazione dei sistemi di illuminazione innovativa a partire dal parametro della resa cromatica. La ricerca sperimentale pone le basi teoriche per lo sviluppo di un sistema di illuminazione pubblica urbana a LED. In particolare, la ricerca progettuale si focalizza sia sulla creazione di prodotti per la gestione di funzioni intelligenti, proprie della Smart Street, sia sulla determinazione fotometrica, termica e meccanica del prodotto, che assicuri, da un lato le performance luminose necessarie ma che si interessi anche di sostenibilità e di efficienza dell’intero sistema.

Nuovo sistema a LED per l'illuminazione delle strade urbane. Bando ATP risparmio energetico Regione Lombardia, 2010-2012
Politecnico di Milano, QLT - Archimede elettronica Srl, Gianazza Angelo SpA
L’innovazione tecnologica, la sostenibilità e l’efficienza luminosa sono le tematiche che tracciano il perimetro progettuale di questa ricerca volta alla progettazione di nuove soluzioni sostenibili ed efficienti per l’illuminazione pubblica stradale a LED. L’utilizzo di sorgenti innovative e miniaturizzate, quail i LED, grazie alle elevate performance luminose, i consumi ridotti, e la capacità di gestione intelligente per la modulazione del flusso ed il monitoraggio dell’apparecchio, diventa elemento caratterizzante la ricerca ed il progetto.  Il Politecnico di Milano si occupa, dapprima di un’analisi di benchmarking dei prodotti per illuminazione pubblica stradale a LED attualmente in commercio per mapparne le caratteristiche, le specificità e le performance e stabilire eventuali trends e lineeguida. Infine collabora con le aziende allo sviluppo di motori luminosi e termici e di apparecchi di illuminazione stradale completi in cui le nuove soluzioni tecnologiche presentino migliori prestazioni sia dal punto di vista delle performance luminose che  dell’efficienza energetica confrontandosi con i nuovi  parametri e strategie di design propri del LED.

Light+Energy+Information: Nuovi Territori Progettuali per il Network Pubblico – Progetto ATP della Regione Lombardia, 2010 - 2012
Politecnico di Milano - Artemide - Danese - OxytechMicromac - Almeco - Eliante
Il tema di ricerca riguarda lo studio di un sistema innovativo ed integrato di arredo urbano e illuminazione per gli “Interni urbani” ovvero luoghi caratterizzati da nuovi modelli di relazioni sociali, culturali ed economiche, con un’attenzione particolare alle qualità estetico-percettive dello spazio, alla sostenibilità ecologica, sociale ed economica. Il Politecnico si occupa sia della parte propedeutica di natura più teorica ed investigativa, riguardante la definizione del problema e l’analisi delle tematiche sia dello sviluppo di porzioni del progetto riguardanti la progettazione della luce. Ulteriori temi di studio riguardano una ricerca di benchmarking relativa alle prestazioni degli apparecchi a LED e ai sistemi di ottica in funzione della progettazione di apparecchi di illuminazione per LED multi chip.

Street Lamp – Lampade a LED, 2010
Politecnico di Milano - Fraen
Il progetto di ricerca riguarda lo studio sistemi ottici per l’illuminazione stradale e per aree residenziali che impiegano collimatori ottici ad alta efficienza.
Il Laboratorio Luce si è occupato della caratterizzazione fotometrica di apparecchi di illuminazione tradizionale e a led per realizzazione di un benchmarking delle prestazioni illuminotecniche su di un impianto tipo; la caratterizzazione fotometrica delle componenti ottiche utilizzate nel progetto; il dimensionamento, la simulazione ed ottimizzazione illuminotecnica di sistemi di illuminazione per gli ambiti applicativi considerati.
I prototipi realizzati sono stati caratterizzati da punto di vista fotometrico in Laboratorio e installati in un impianto sperimentale per la verifica sul campo delle prestazioni di progetto.

LED Advance Design nel ALADIN – INDUSTRIA 2015 National Research program, 2009 - 2012
Politecnico di Milano - Artemide
Il progetto di ricerca ha come temi la progettazione di un sistema di illuminazione a led per applicazioni museali e per illuminazione stradale.
Il sistema offre la possibilità di modificare la temperatura di colore della luce emessa oltre all’ampiezza del fascio lasciando inalterato il livello di illuminamento sull’opera e il valore di indice di resa cromatica. Il sistema consente inoltre di modificare la propria emissione in funzione della luce naturale nell’ambiente e sulla base delle informazioni cromatiche dell’opera illuminata.
Negli esterni è in fase di sviluppo un sistema di illuminazione stradale ad alta efficienza energetica, integrato con le reti urbane e che integra sistemi innovativi di controllo del flusso luminoso.

Verifiche prestazionali su prodotti  di illuminazione  LED, 2009 - 2011
Politecnico di Milano - QLT - Archimede
L’utilizzo di sorgenti innovative e miniaturizzate LED, grazie alle elevate performance luminose ed i consumi estremamente ridotti, diventa elemento caratterizzante della ricerca e del progetto. Tramite una progettazione di ottiche altamente performanti, di nuove soluzioni geometriche per il supporto dei LED, queste innovative sorgenti in continua evoluzione sembrano essere potenzialmente in grado di rivoluzionare il concetto di controllo della performance luminosa, assicurando un miglioramento energetico ma anche estetico/percettivo del contesto urbano, nonché ottico ed illuminotecnico, tramite l’implementazione di nuove soluzioni tecnologico/formali degli apparecchi luminosi.
Per questi motivi, si sente l’esigenza di progettare apparecchi di illuminazione stradale in cui le nuove soluzioni tecnologiche si confrontino con nuovi parametri formali, ovvero con un design che migliori da un lato le performance luminose e l’intelligenza degli apparecchi e che trasformi l’estetica degli apparecchi attraverso una riduzione dei materiali, una maggiore durata del prodotto con accorgimenti di tipo funzionale per quanto riguarda la dissipazione del calore, la protezione agli agenti atmosferici e la facile riproducibilità industriale.

Lighting Design in Urban Spaces - Tecnologie per il risparmio elettrico nell’illuminazione pubblica, 2009 - 2010
Politecnico di Milano - ENEA - Università di Milano - Università la Sapienza - Oxytech
L’attività di ricerca, svolta in collaborazione con ENEA, nel corso del 2010, vede come obiettivo finale lo sviluppo di tecnologie di sistema per l'aumento dell'efficienza energetica nel settore dell'illuminazione pubblica negli spazi urbani, in termini di progettazione assistita, integrazione innovativa, gestione intelligente di un intero distretto (paese, quartieri urbani, strutture del terziario...); la realizzazione di un impianto sperimentale per situazioni complesse e ripetibili e il trasferimento tecnologico e diffusione verso tutti i portatori di interesse del settore.
Le attività previste dall’accordo tecnico tra ENEA e il Politecnico di Milano Dipartimento INDACO, riguardano:
a) Defininzione specifiche per lo sviluppo di software per progettazione illuminotecnica assistita mirata all'efficienza energetica.
b) Ricerca sperimentale su prodotti innovativi, sistemi di controllo intelligente, test di laboratorio su prototipi.
c) Realizzazione sperimentale pilota di un impianto di illuminazione ad alta efficienza in una situazione applicativa complessa, ricerca sperimentale su prodotti innovativi;
d) Collaborazione ad attività pre-normativa, normativa (CEI) e divulgazione.

Progetto OLA - LED nell’illuminazione stradale – Bando Legge 598/94, 2009
Politecnico di Milano - MAC - Fondazione Politecnico
Ricerca applicata sullo sviluppo di soluzioni ottiche utili alla progettazione e realizzazione di un sistema (alimentazione + controllo + corpo illuminante) per illuminazione stradale, al fine di ottenere una soluzione ottimale rispetto a quelle analizzate in una fase di benchmarking rispetto a risparmio energetico, qualità della luce, resa cromatica.
La ricerca ha anche sviluppato una proposta per un apparecchio stradale che fa uso dell’ottica progettata e delle soluzioni tecniche relative all’alimentazione e gestione del flusso luminoso individuate precedentemente. Particolare attenzione è stata posta nel tentativo di integrare gli elementi funzionali alla dissipazione del calore all’interno di una linea pulita ed equilibrata.

Progetto Eco Light Design
Promozione delle tecnologie elettriche innovative negli usi finali nel settore industriale, 2008 - 2009
Politecnico di Milano - ENEA - Università di Milano - Università la Sapienza - Oxytech - t:REDs
Il tema di ricerca “Promozione  delle tecnologie elettriche innovative negli usi finali nel settore industriale” finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma MSE- ENEA , ha come obiettivo finale, in un orizzonte temporale triennale, la realizzazione e il successivo monitoraggio di applicazioni dimostrative su scala reale di tecnologie elettriche innovative ad elevata efficienza, che hanno raggiunto un grado di sviluppo completo o prototipale.
Una delle tecnologie identificate per il potenziale di miglioramento dell’efficienza energetica nel settore industriale, riguarda l’illuminazione naturale-artificiale di capannoni di produzione e magazzini. L’attività del presente Accordo di collaborazione si inserisce perciò nel sottotema relativo alle “reti di illuminazione ad alta efficienza in applicazioni industriali”.
In particolare, il Laboratorio Luce, ha focalizzato la propria attività sui seguenti temi di ricerca:
a) Stesura di linee guida per la progettazione dell’impianto di illuminazione di un capannone industriale (AERMACCHI), che tiene conto di un impiego razionale della luce naturale e di una serie di sistemi di controllo (sensori di presenza, sensori capaci di modulare il valore di flusso luminoso emesso dagli apparecchi a seconda del contributo di luce naturale) che consentono di ottenere dei significativi risparmi energetici. L’impianto di illuminazione, progettato in ogni suo dettaglio e in corso di realizzazione in accordo con quanto previsto dalle linee guida, ha costituito il caso studio per la validazione della ricerca.
b) Ricerca sullo stato dell’arte e delle caratteristiche tecniche dei sensori e dei sistemi di controllo disponibili sul mercato, al fine di definire le caratteristiche che devono essere simulate nel software di progettazione (sistemi ad anello aperto-anello chiuso, algoritmi di controllo, risposta spettrale e spaziale dei sensori).
c) Definizione delle specifiche della piattaforma di calcolo EL-DESIGN, per l’integrazione del calcolo della luce naturale e dei sistemi di controllo in un software di calcolo preesistente.

Luce Ambiente Uomo - Progetto Metadistretti della Regione Lombardia, 2007 - 2009
Politecnico di Milano - Artemide - Danese - Oxytech - DueElle - Micromac
Attività di ricerca finanziata nell’ambito del bando metadistretti della Regione Lombardia, settore Design che ha trattato i seguenti temi:
- Metodi di progettazione e valutazione qualitativa della luce
Ricerca sugli effetti psico-fisiologici della illuminazione degli interni con approfondimento dei metodi di progettazione e valutazione qualitativa della luce; in particolare è stato affrontato il tema della valutazione della “Qualità dell’illuminazione”. Sono stati inoltre valutati gli aspetti psicologici che la luce può indurre sui diversi tipi di soggetti differenziati per età, sesso, localizzazione geografica, e successivamente sono stati analizzati gli effetti fisiologici indotti, al variare dello spettro (composizione spettrale e “colore”) e ciclo temporale della stimolazione luminosa.
- Metodi di misura e calcolo per un’illuminazione innovativa
In questa attività è stato affrontato il problema della ricerca, sperimentazione e definizione di nuovi metodi di misurazione attualmente non previsti dalle norme e raccomandazioni promulgate a livello nazionale ed internazionale. Partendo da una analisi dello stato dell’arte nello sviluppo dei sistemi CAD per la progettazione degli interni e dell’illuminazione sono stati sviluppati nuovi modelli di calcolo e modelli di descrizione dei materiali e delle sorgenti di luce utili a considerare e descrivere anche gli aspetti circadiani, percettivi e psico-fisiologici, che gli ambienti interni possono avere sugli esseri umani. In particolare nell’ambito di questa attività è stato sviluppato un gonio-radiometro in grado di misurare l’emissione spettrale nel visibile della luce emessa in ogni direzione dagli apparecchi e sorgenti di illuminazione.
- Attività metrologica
Il Politecnico di Milano ha contribuito alle attività del gruppo di ricerca, tramite misure convenzionali e innovative, sviluppate nell’attività precedente, per la caratterizzazione delle sorgenti di luce oggetto della sperimentazione. Queste sono finalizzate alla valutazione delle sorgenti di luce sia per gli aspetti tradizionali ottico-fotometrici, sia per gli aspetti psico-fisiologici su di un utilizzatore umano tipico degli effetti di un sistema integrato di illuminazione considerato nell’ambito del suo spazio di installazione.

Fisiolux,  2005 - 2008
Politecnico di Milano - Artemide
La ricerca ha consentito di individuare alcuni importanti requisiti per la realizzazione di un sistema – prodotto psico-fisiologicamente compatibile, sia per i luoghi di lavoro sia per gli spazi domestico-residenziale, che ha contribuito allo sviluppo della linea di prodotti MyWhiteLight.
Il benessere dell’individuo dipende in buona parte dalla relazione con lo spazio in cui vive. Uno dei requisiti essenziali di un sistema illuminante è, pertanto, quello di potersi adattare all’ambiente. Questo significa che deve essere in grado sia di integrarsi dal punto di vista tipologico-applicativo allo spazio architettonico sia di regolarsi in funzione delle condizioni di luce esistenti attraverso l’impiego di opportuni sensori per la lettura dei livelli di luminanza, di illuminamento ma anche della tonalità della luce (Temperatura di colore).
Gli aspetti tipologico-applicativi non riguardano esclusivamente la distribuzione fotometrica (fascio largo, fascio stretto, ottica darklight, emissione diffondente, diretto, indiretto,ecc), ma si riferiscono anche alla modalità di applicazione (a parete, a soffitto, a sospensione, a incasso,ecc) e alla possibilità di modificare la direzione di emissione. Le condizioni di luce presenti nell’ambiente dipendono inoltre da numerosi fattori (presenza luce naturale, orientamento dell’edificio, colori e finiture delle superfici, dimensione e geometria del locale,…), quindi, il sistema deve prevedere l’utilizzo di dispositivi intelligenti per l’analisi foto-colorimetrica. Si è inoltre considerato che gli spazi domestici sono fortemente qualificati dagli effetti sinestesico-emozionali indotti dalla luce e dal colore, ma anche dal suono. Questi sono, infatti, in grado di influenzare gli aspetti della sfera privata quali il relax, il piacere, l’intimità e la cura del sé.
Per quanto riguarda i luoghi di lavoro si sono considerati gli effetti della luce nella soppressione della melatonina e conseguente azione sul nostro ritmo circadiano. Il sistema proposto ha previsto l’integrazione di una tecnologia intelligente in grado di regolare l’emissione frequenze della luce per favorire l’attività lavorativa. Inoltre, se associato ai nuovi scenari di vita contemporanei legati all’home-office, al telecommuting per cui i luoghi di lavoro diventano sempre più fluidi, è possibile offrire al mercato un prodotto che è non soltanto innovativo dal punto di vista tecnologico ma fortemente stimolante dal punto di vista socio-culturale.

Lighting Application, 2004
Ricerca interna

Il laboratorio ospita periodicamente stagisti che sviluppano attività di ricerca applicata nel settore della progettazione della luce, per periodi di tempo determinato.
- Espressività della luce, interazione tra la luce e la forma
Indagine sulla percezione dei volumi (privi di texture) in funzione delle zone di luce e d’ombra. Creazione di una serie di configurazioni finalizzata alla progettazione dell’illuminazione negli spazi espositivi. Valutazione delle configurazioni precedenti a seguito dell’introduzione della componente cromatica negli illuminanti, sia dal punto di vista percettivo che dal punto di vista comunicativo.
- Ricerca sul rapporto tra textures superficiali dei rivestimenti murali per esterno e illuminazione
Valutazione della situazione attuale nel campo dei rivestimenti murali per esterno, in particolare relativamente al modo in cui vengono presentati ed esposti i diversi prodotti attraverso un’indagine conoscitiva su produttori di vernici e di cartelle colori, un’analisi dei prodotti esistenti per tipologie di materiali, grane, tipologie di finiture superficiali e lavorazioni, e dell'esposizione dei prodotti esistenti sia per esterni che per interni, il tutto in funzione di differenti spettri di illuminazione.
- Concept per lo sviluppo di un apparecchio di illuminazione su principi di fotobiologia
Sviluppo di un concept per un apparecchio pensato per l'ambito domestico/residenziale secondo la tematica del risparmio energetico e dell’interazione della luce con l’uomo.

Videofotometro per rilevazioni di luminanza, 2004
Ricerca interna

Sono state condotte delle ricerche per la misura delle luminanze con strumenti basati su sensori CCD, in particolare il Videofotometro, che permette di ottenere un valore di luminanza per ogni punto di un’immagine digitale. Queste misure sono però influenzate dalle caratteristiche dei sensori CCD del dispositivo e forniscono risultati che si discostano da quelli attesi, tanto più la luce dell’ambiente si differenzia da quella dell’illuminante spettrale utilizzato per la calibrazione.
Sono state realizzate delle misure con un luminanzometro di precisione per un confronto con scatti effettuati in situazioni tra loro profondamente diverse, allo scopo di analizzare ed ottenere una correzione dei valori del Videofotometro; in questo modo diventa possibile utilizzare direttamente lo strumento ed agire successivamente per una taratura del valori.

Lighting Design for Vending Machines, 2004
Politecnico di Milano - Necta
Luce e Colore svolgono un ruolo fondamentale al fine di mettere in risalto i prodotti. È necessario garantire una buona visione del marchio, o di ciò che si sta proponendo, evidenziando il valore aggiunto.
Progettare la luce è quindi una necessità e un’opportunità, nella quale oltre alle conoscenze pratiche vanno associati la comprensione degli aspetti culturali, psicologici e percettivi.
Nell’ambito di un workshop progettuale, si è offerta un ampia panoramica nell’ambito delle vending machines, partendo dalle problematiche più immediate di ottimizzazione di sistemi già esistenti, sino all’analisi di soluzioni con tecnologie innovative.

Illuminazione di alimenti (Food Lighting), 2003 - 2004
Politecnico di Milano - Ing. Castaldi Illuminazione
Scopo della presente ricerca è stato la verifica delle prestazioni cromatiche percepibili di cinque prototipi di apparecchi per l'illuminazione di alimenti prodotti dalla "Ing. Castaldi Illuminazione".
La verifica delle prestazioni è stata realizzata sia dal punto di vista metrologico quantitativo che dal punto di vista percettivo qualitativo. La verifica metrologica quantitativa è stata condotta in due fasi: una prima finalizzata alla verifica degli spettri di emissione e cromaticità dei cinque prototipi di apparecchi di illumninazione e una seconda finalizzata alla misura degli spettri di luce riflessa e cromaticità di campioni di alimenti in funzione di differenti spettri di illuminazioni. La verifica delle prestazioni dal punto di vista percettivo qualitativo è stata condotta tramite test di valutazione soggettiva su 120 persone tramite l'allestimento di dodici diversi espositori di alimenti.

Il Design della luce negli spazi terapeutici, 2003
Ricerca interna
La luce è fondamentale per valutare a livello emozionale ambienti e situazioni. La percezione suscita sensazioni e contribuisce quindi al senso di benessere nelle persone. Ciò vale in particolar modo per gli ospedali e per tutti gli ambienti che vengono percepiti con altrettanta intensità, e talvolta tensione. Ambienti dove ci si deve confrontare con stati emotivi molto forti che spesso ci mettono di fronte al senso della vita, sia come attori sia come semplici spettatori. Il punto di partenza progettuale è stato quello delle stanze di degenza, punto cardine del progetto, dove requisiti di tipo fisiologico, psicologico e possibilità tecnologiche si devono fondere per dare forma al progetto di umanizzazione degli spazi terapeutici.

Integrazione  e Sviluppo  Software per la Progettazione Illuminotecnica (Lighting CAD R&D), 2002 - 2003
Politecnico di Milano - Oxytech
Risultati presentati dall'azienda ad INTEL 2003 (nuove funzionalità Oxy3D in Litestar 6.0)
Integrazione e sviluppo software per la progettazione illuminotecnica

Sviluppo dell’interfaccia: creazione di un ambiente dinamico per la gestione tridimensionale del modello in fase di rendering.
Implementazione delle texture: texture superficiali: immagine piana avvolta sulla superficie dell’oggetto considerato.
Ray-tracing e radiosità: Simulazione del trasporto della luce in ambienti geometricamente complessi per la creazione di immagini di sintesi attraverso l’integrazione di due modelli di illuminazione globale: Radiosity (considera il bilancio energetico sulla distribuzione della radianza tra superfici vicine) e Ray Tracing (considera la distribuzione ottica e geometrica dell’intensità).

Luce e Colore svolgono un ruolo fondamentale al fine di mettere in risalto i prodotti. È necessario garantire una buona visione del marchio, o di ciò che si sta proponendo, evidenziando il valore aggiunto.

Progettare la luce è quindi una necessità e un’opportunità, nella quale oltre alle conoscenze pratiche vanno associati la comprensione degli aspetti culturali, psicologici e percettivi.

Nell’ambito di un workshop, si è offerta un ampia panoramica nell’ambito delle vending machines, partendo dalle problematiche più immediate di ottimizzazione di sistemi già esistenti, sino all’analisi di soluzioni con tecnologie innovate.